Pubblicato il 13-04-2013 07:50
in Associazioni | Visto 1.949 volte

Rinnovo di cariche al Cif bassanese

Da questo mese, a Bianca Marin, presidente uscente, subentra alla direzione del Centro Italiano Femminile cittadino Maria Nives Stevan

Rinnovo di cariche al Cif bassanese

Il gruppo bassanese del Cif con la neo presidente Maria Nives Stevan

Avvicendamento di cariche Cif (Centro Italiano Femminile) di Bassano: al congresso comunale elettivo indetto il 9 aprile per il rinnovo delle cariche associative, coordinato dalla presidente provinciale Anna Ganassin, a Bianca Marin – presidente comunale uscente per fine mandato – è subentrata Maria Nives Stevan. L’ex assessore provinciale sarà affiancata da due vice-presidenti: Livia Bertoldo e Vera Barcarol.
Nel suo discorso inaugurale, Stevan ha ricordato il contributo dato al Cif bassanese dalla sua fondatrice, Maria Prosdocimo Finco, e dalla rifondatrice, Elisa Pozza Tasca, e in merito alla nuova attività ha dichiarato: “Un impegnativo, importante e delicato incarico, alla guida del Cif della mia città, assunto con la speranza di poter essere utile, nel percorso del notevole e rilevante progetto sociale che sta alla base del Cif”.
A Bianca Marin, ora tesoriera del gruppo, al ritrovo conviviale dell’associazione svoltosi venerdì 12 aprile all’hotel ristorante Alla Corte, è stata consegnata una Targa ricordo.
Il Cif si è costituito nel 1944, è un’associazione di donne che opera in campo civile, sociale e culturale.
Oggi promuove la presenza e la partecipazione delle donne alla vita delle istituzioni affinché siano garantiti i diritti di tutti i soggetti sociali: si impegna in attività di servizi culturali, socio-assistenziali e di formazione collaborando con le istituzioni, enti e altre associazioni pubbliche e private. “Il Cif vuole farsi carico di reinterpretare la presenza delle donne a partire dalla loro specificità e di promuovere un’educazione alla differenza rispettosa di tutti i soggetti sociali”, ha concluso la neo presidente bassanese.

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti