Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 02-04-2011 18:54
in Attualità | Visto 2.481 volte

Polo Museale, si avvicinano le ruspe

Finalmente approvato dall'Amministrazione di Bassano il primo stralcio esecutivo della costruzione del “Polo Museale Culturale Santa Chiara”. Previsti lavori per 11 milioni e mezzo di euro

Polo Museale, si avvicinano le ruspe

Il futuro "Polo Museale Santa Chiara" nel progetto di Sintecna

I lavori, originariamente, dovevano partire nel settembre dello scorso anno.
L'intera procedura è quindi slittata e l'avvio dei cantieri - secondo quanto annunciato dal vicesindaco Ferraro all'ultima cerimonia di San Bassiano - è previsto per il prossimo autunno. E ormai, per il nuovo “Polo Museale Culturale Santa Chiara” di Bassano, dovremmo esserci: la giunta comunale ha infatti approvato il progetto esecutivo del primo “stralcio funzionale” dei lavori - affidati all'associazione temporanea di professionisti con capogruppo la Sintecna Srl di Torino - del nuovo “complesso museale polifunzionale” che cambierà il volto e la destinazione d'uso dell'ex Monastero Santa Chiara, poi diventato Caserma Cimberle Ferrari, di Viale delle Fosse.
Il primo stralcio esecutivo, i cui lavori dureranno circa tre anni, prevede la realizzazione dell'ala nord-ovest del Polo Museale che ospiterà il nuovo Museo Civico di Storia Naturale.
Previsti in particolare - tra le altre cose - l'abbattimento degli edifici esistenti, classificati dal Piano Regolatore come “privi di valore”, e la realizzazione integrale della struttura del piano interrato, della struttura in elevazione dei due edifici destinati a contenere il Museo (con le collezioni Brocchi, Parolini e la donazione Luca degli animali impagliati), degli impianti tecnologici e finiture e la pavimentazione della nuova piazza del complesso.
Il costo complessivo del primo stralcio (sui quasi 18 milioni di euro calcolati nel progetto definitivo generale) ammonta a 11 milioni e 541mila euro: 10 milioni dei quali messi a disposizione da un generoso doppio contributo della Fondazione Cariverona, 1 milione e mezzo finanziato con un mutuo e oltre 40mila euro di fondi a residuo del bilancio 2007.
Non saranno tuttavia le uniche uscite per le casse pubbliche: per la manutenzione dell'immobile, l'Amministrazione comunale ha messo infatti in preventivo “maggiori oneri di gestione di circa 67mila euro annui” oltre a “maggiori oneri finanziari dovuti al mutuo per la copertura di parte della spesa”: tutte voci che “dovranno prevedersi nel bilancio pluriennale”.
Senza contare il secondo stralcio esecutivo del Polo Museale - per i restanti quasi 7 milioni di euro di costo complessivo - che include la prevista realizzazione dell'ala est del complesso, che ospiterà il “Museo della mobilità, del motorismo e dell'ingegno veneto” e di un terzo immobile che fungerà da edificio di accoglienza.
Ma questo è un problema che sarà affrontato in un futuro non troppo immediato, se non addirittura nella prossima legislatura alla guida della città.

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti