Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 14-01-2011 17:40
in Attualità | Visto 2.650 volte
 

Pedemontana, a Sacro Cuore di Romano la base logistica dei lavori

Al via gli espropri. Il sindaco Rossella Olivo assiste alle operazioni. “Non ci sarà traffico pesante sulle nostre arterie”

Pedemontana, a Sacro Cuore di Romano la base logistica dei lavori

Il sindaco di Romano Rossella Olivo: "La soluzione per Sacro Cuore è la meno impattante possibile"

L’aveva promesso già a inizio 2010, dopo la lunga trattativa politica e tecnica che aveva fatto cambiare la fisionomia della Pedemontana, trasformandola da un confine che avrebbe spezzato la frazione di Sacro Cuore a un risultato di unione per tutta la comunità: “Toccare la proprietà individuale è un sacrilegio, anche solo se si trattasse di un metro. Ma sarò vicina ai miei concittadini, li accompagnerò fino in fondo ascoltando le loro esigenze.” E così ha fatto. Questa mattina il sindaco di Romano D’Ezzelino, Rossella Olivo, si è recata a Sacro Cuore in via Madonna Delle Grazie per assistere alle operazioni di immissione in possesso da parte del consorzio Sis della prima parte dei terreni, 38.256 metri quadrati di superficie che verranno occupati temporaneamente.
Si tratta di nove appezzamenti, con sette proprietari, che verranno in un secondo momento espropriati. Al loro posto sorgerà una vera e propria base logistica, una sorta di villaggio munito di ogni necessità che rimarrà attivo fino alla conclusione dei lavori della Pedemontana: dalla mensa, al dormitorio, dagli uffici tecnici e amministrativi fino all’ambulatorio e agli altri stabili necessari alle duecento persone che popoleranno il cantiere.
“Voglio rassicurare i miei cittadini - dichiara il sindaco Olivo -. La base sarà sì un punto logistico forte e molto importante ma la viabilità non verrà modificata e non ci sarà traffico pesante sulle nostre arterie. La Sis e il direttore del cantiere, il geometra Lucio Cerato, si sono dimostrati molto disponibili nell’ascoltare le nostre esigenze e per questo li ringrazio.”
Ma il “grazie” del primo cittadino va anche a tutti gli abitanti di Sacro Cuore, “per aver arginato la loro preoccupazione. A rispondere alle loro domande ci penserà un’assemblea pubblica dove, tra amministrazione, Sis e commissario, saranno illustrati i tempi e le modalità dei lavori.
Gli espropri entreranno nel vivo tra un mese e mezzo ed interesseranno 64.220 metri quadrati.
“Considerando tutto il percorso del progetto della Pedemontana, ritornando alla proposta che ci fu data in visione nel 2005, quando la strada rappresentava un vero punto di rottura della frazione di Sacro Cuore che avrebbe isolato il borgo dal resto del territorio comunale - conclude il sindaco Olivo - credo si possa dire che questa soluzione è davvero quella di minor impatto possibile.”