Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 06-04-2013 13:17
in Attualità | Visto 3.599 volte

Che cosa si può fare per il centro storico?

Nuovi stimoli per il cuore di Bassano: l'architetto Carmine Abate propone il Piano della C.A.PA.CI.TTA'. Con un elenco di idee e di possibili soluzioni per i cittadini, per l'Amministrazione comunale e per gli operatori economici

Che cosa si può fare per il centro storico?

Foto Loris Fostari - archivio Bassanonet

Compitino per il fine settimana: leggetevi bene il contenuto di questo articolo, perché racchiude una miriade di spunti concreti per dare corpo al dibattito - ma anche all'attuazione di iniziative fattibili da mettere in pratica solo a volerlo - su uno dei grandi temi cittadini del momento: la rinascita del centro storico di Bassano del Grappa.
A dare il suo personale contributo alla ricerca delle soluzioni dei problemi del “cuore della città” è l'architetto Carmine Abate, nome noto dell'associazionismo bassanese, che lancia una sua interessante proposta: si chiama Piano della C.A.PA.CI.TTA', acronimo di Coinvolgimento Attivo e PArtecipazione CIvica della ciTTA'.
Il Piano si rivolge alle tre componenti protagoniste della vita del centro: i cittadini, l'Amministrazione comunale e gli operatori economici.
Per ciascuna componente. l'arch. Abate elenca una serie di atti - ma anche di comportamenti, nella fattispecie per i cittadini - da prendere seriamente in considerazione per riportare il centro storico sulla rampa di lancio.
Eccezion fatta per alcune misure proposte all'Amministrazione, di non semplice e immediata attuabilità (esempio: “realizzazione di un nuovo parcheggio interrato (foro Boario) e nuova piazza per mercato ed eventi”), il Piano della C.A.PA.CI.TTA' si presenta come un agile vademecum di idee la cui sollecita realizzazione, anche solo in parte, non sarebbe certamente impossibile.
Pubblichiamo dunque di seguito la lista delle proposte del professionista cittadino, da anni impegnato sui temi della partecipazione attiva ai problemi della città.
Buona lettura, e soprattutto buone riflessioni.

COMUNICATO

CHE COSA SI PUO’ FARE PER IL CENTRO STORICO?
Il Piano della C.A.PA.CI.TTA' : Coinvolgimento Attivo e PArtecipazione CIvica della ciTTA’

Per i CITTADINI


La città è un bene comune, e per questo devono essere garantiti gli interessi collettivi
Riaffermazione della tutela dell’identità culturale e dell’integrità fisica della città
Partecipazione dei cittadini e delle associazioni a tutte le scelte importanti che modificano la città
Minimo etico di convivenza civica: regole alla base della convivenza civile e rispetto per gli altri e per il bene comune
Educazione partecipata: famiglia, scuola, posto di lavoro, ecc... diventano la palestra quotidiana del nostro vivere insieme, e come in ogni palestra gli esercizi non possono essere abbandonati per lungo tempo!
Declinare la convivenza civile in tutti quegli atti, talvolta anche banali o apparentemente insignificanti, di cui è fatta una giornata: il rispetto dell'ambiente urbano
Pulizia dei corsi d’acqua, pulizia dei muri, giornate per il sociale

Per l’AMMINISTRAZIONE

Dimezzamento della imposta Tarsu
Possibilità di esporre alcune merci fuori dai negozi per 50-60 cm
Parcheggi di cintura gratuiti per i primi 90 min
Autobus Pollicino a costo ridotto (50 cent / 1 euro) dai parcheggi alle piazze ogni 10/15 min (handicap, fasce deb)
Servizio Pollicino realizzato dai Taxisti in associazione/consorzio + comune
Piano parcheggi con pollicino = + piccoli parcheggi (anche in aree private ma aperte di uso rapido max 30 min)
Realizzazione di servizi igienici pubblici adeguati (maschi e femmine)
Realizzazione di un nuovo parcheggio interrato (foro Boario) e nuova piazza x mercato ed eventi
Percorsi ciclabili veri, sicuri e protetti dai quartieri al centro storico (aperto alle bici senza limitazioni di transito)
Rinnovo dei mercati rionali di quartiere
Togliere le auto dall’area del castello
Realizzazione di alcuni punti “verdi” fissi nel centro con piccoli giardini, alberi, panchine
Incentivi e agevolazioni sul rinnovo delle facciate degli edifici prospicienti le vie
Corsia preferenziale amministrativa con riduzioni di costi burocratici per le attività per i procedimenti di autorizzazioni, cartellonistica, ecc

Per gli OPERATORI ECONOMICI

I commercianti (e non) di ogni strada si accordano per realizzare un evento a valenza culturale (ogni 4 mesi a rotazione x 2/3 strade)
Utilizzo dei volontari (giovani e studenti) per attivare a rotazione una rete di servizi di accoglienza (almeno 4 punti in zone strategiche x informazioni turistico-culturali)
Sconti per i clienti nei negozi che aderiscono alle varie iniziative e % sconto sui prezzi per realizzare gli eventi scelti
Istituzione delle feste medievali (nei cortili del castello) con esposizione di artigianato e prodotti del posto (luglio)
Realizzare nei cortili del castello un mercato periodico (della ceramica? dell’antiquariato? dei mobili? dell’incisione?)
Bassano città fiorita con incentivi per balconi e fiori (adottare una aiuola!)
Negozi aperti durante i giorni festivi (a rotazione adesione delle varie categorie e per tipologie di merci)
Cartellonistica fissa con punti fotografici di scorci-icona della città, con percorsi da segnalare anche attraverso dépliant da distribuire;
Strategie integrate e metodiche di marketing per allungare il tempo di permanenza del turismo in città: recupero degli anniversari storici per legare eventi di marketing ad eventi culturali

Bassano del Grappa, 6 aprile 2013
Carmine Abate

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti