Redazione
bassanonet.it
Pubblicato il 04-12-2012 19:35
in Attualità | Visto 1.521 volte
 

La sindrome del turione

Piccole e medie imprese, piccoli e medi leader, piccole e medie banche, piccole e medie città: nel grande Nordest è quasi tutto piccolo e medio e, in apparenza, non c’è una vera volontà di crescere. Ma è proprio necessario diventare grandi?
Le strade sembrano due: si può continuare come il germoglio dell’asparago bianco (turione) che non arriva mai a emergere dalla terra oppure tentare di smontare sia i miti della piccola impresa sia quelli della crescita per la crescita. Non si è grandi o piccoli in assoluto, ma in relazione ai mercati e ai settori nei quali si deve competere. Nel mercato globale l’adeguatezza si deve misurare con la competitività delle imprese, l’efficienza del sistema Paese e dei suoi sistemi Regione, il dinamismo sociale e la coesione.
È questa la cornice in cui si inserisce il libro dell’economista e presidente della Cassa di Risparmio del Veneto Giovanni Costa, “La sindrome del turione. Nordest, mercato globale e imprese adeguate”, raccolta ragionata di articoli con un’ampia introduzione originale, edito da Nordesteuropa Editore e Marsilio con il sostegno di Adacta Studio Associato, nell’ambito della collana Nordest tra crisi e sviluppo.
La presentazione del volume si terrà giovedì 6 dicembre, alle ore 17.30, nella sede di Confindustria Vicenza - Raggruppamento di Bassano del Grappa (viale Pio X, 75 - Bassano del Grappa).
Giovanni Costa ne discuterà con Carlo Brunetti, amministratore delegato API - Applicazioni Plastiche Industriali Spa e con Lino Dainese, presidente Dainese. Introduce Ilario Novella, socio Adacta Studio Associato. Modera la giornalista Roberta Paolini.