Laura Vicenzi
bassanonet.it
Pubblicato il 14-09-2010 06:07
in Magazine | Visto 2.589 volte
 

Parole nel caos

Altri luoghi e incontri della poesia: un evento patrocinato biblioteca di Valstagna e curato da Alessandro Cocco e Giorgio Cavalli

Parole nel caos

opera di Graziella Da Gioz, particolare

Dalla volontà di diventare un punto di riferimento importante per la poesia locale e nazionale nasce a Valstagna il ciclo di incontri “Parole nel caos”: una rassegna che vede protagonisti poeti e persone che desiderano utilizzare il linguaggio poetico per fare chiarezza nel caos che domina il nostro tempo. La poesia che diventa dunque impegno civile e sociale, pronta a farsi strumento per discutere gli eventi della storia, impegnata nel dare forma e voce alle ingiustizie, disponibile all’apertura e al confronto.
Il programma degli incontri, che avranno luogo a Carpanè nelle sale di Palazzo Guarnieri, è arricchito dalla presenza di una mostra artistica ubicata all’ultimo piano del palazzo che espone opere di Graziella Da Gioz, Enrico Stropparo, Vittore Tasca, Pino Guzzonato e Ampelio Zappalorto.

Gli appuntamenti della rassegna:

giovedì 16 settembre incontro con Luciano Cecchinel. Attraverso “Le voci di Bardiaga”, raccolta edita da Il Ponte del Sale. Il poeta trevigiano indaga il misterioso ritrovamento di alcuni resti umani nella spelonca del Boral situata nel versante settentrionale delle Prealpi Trevigiane. Precedendo le commemorazioni del 24 Settembre, nel corso della serata sarà proposto il ricordo di Pompeo Meneghin, noto ceramista e animatore culturale bassanese, la cui sorella, Zaira, partecipò da protagonista alla Resistenza

venerdì 22 ottobre incontro con Maria Grazia Calandrone e Alessandra Pellizzari che con le raccolte “Sulla bocca di tutti” edita da Crocetti e, in anteprima, gli inediti “Mutamenti 2006-2009”, condurranno la serata con letture di testi poetici inerenti i più vari aspetti della violenza e in particolare quella contro le donne, una testimonianza della parte femminile che ci abita e della "nuda vita"

venerdì 12 novembre Roberto Cogo e Stefania Bortoli indagheranno la parola poetica, quella che sgorga da una pluralità di voci, uniche e relazionali, che risuonano l'una con l'altra. In sala l’intreccio di parole di Cogo che proporrà letture tratte da “Io cane” edito da L’Arcolaio e della Bortoli che leggerà dei testi inediti

venerdì 19 novembre Pierluigi Cappello, vincitore del Premio Viareggio Repaci con la raccolta “Mandate a dire all’Imperatore” edita da Crocetti, e l’editore e poeta Dino Azzalin autore della plaquette “Guardie ai fuochi” ed. del Laboratorio, dialogheranno sui temi “Che cosa può dire la poesia oggi? Che cosa sa dire la poesia oggi?”