Pubblicato il 15-12-2013 21:16
in Volley | Visto 1.426 volte

Uno straordinario Brunopremi.com strappa un punto alla capolista

Le leonesse gettano il cuore oltre l’ostacolo giocando una partita indimenticabile che regala un punto insperato con la capolista del torneo

Uno straordinario Brunopremi.com strappa un punto alla capolista

f


Brunopremi.com Bassano - Le Ali Padova Volley Project 2-3 (23-25, 25-22, 28-26, 15-25, 11-25)
Brunopremi.com Bassano: Botezat 1, Zarpellon 12, Malinov 7, Pamio 11, Scapati 10, Comunello, Zanon 14, Guerra 20, Compostella, Bridi, Scanavacca (L), Zanon C. (L). 1° All. Malinov, 2° All. Arsenov
Le Ali Padova Volley Project: Campagnaro, Dall’Ora 15, Medea 17, Bertolotto 11, Caponi 13, Concato, Forzan, Grassini, Rolla, Secco 9, Trevisan 14, Bedin (L). All. Chiappini
Note. Bassano/Padova: battute errate 4/7, battute vincenti 4/11, muri 10/12

Nell’ultima serata al PalaBruel prima delle festività natalizie il Brunopremi.com regala a sé stesso e ai suoi tifosi una serata di grandi emozioni e una gioia incontenibile: nel pronostico della vigilia infatti il match avrebbe dovuto durare un’oretta e terminare con un netto 0-3 in favore della quotata squadra ospite, sin qui autentica dominatrice del torneo con otto vittorie in otto incontri. Invece il Le Ali Padova ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere ragione di un Bassano mai domo e capace di accarezzare addirittura il sogno di una clamorosa vittoria. Sul 2-1 in favore della squadra di Malinov però le padovane hanno giocato da capolista e per un coraggioso Brunopremi.com non è rimasto che "accontentarsi" di un punto comunque prezioso per la classifica proprio perché insperato. L’unica altra squadra che sin qui era riuscita a strappare un punto al Le Ali era stato alla terza giornata il Millennium Brescia, attualmente quartultimo con un punto in più delle bassanesi terzultime: e guarda caso sabato prossimo si gioca proprio un Brescia-Bassano importantissimo per la corsa salvezza.

L'inizio di 1° set è equilibrato, ma immediatamente le leonesse fanno capire che per la capolista sarà una serata tutt’altro che agevole: Scapati e Zarpellon timbrano l’8-4, un muro di Zanon invece il 10-6, mentre sono due attacchi di Scapati a far volare le quotazioni giallorosse con il 16-11 interno alla seconda sosta tecnica. Le leonesse mantengono un vantaggio importante fino al 21-15, ma da questo momento in avanti inizia l’inesorabile rimonta delle padovane che risalgono fino al 21-20, restano sotto fino al 23-22 e poi chiudono approfittando di tre ingenuità bassanesi per il 23-25. Nonostante la cocente delusione il Brunopremi.com non si arrende, anzi, le ragazze di Malinov scendono in campo con ancor più mordente nel 2° set: ne viene fuori un parziale giocato in maniera magistrale dalle leonesse che stavolta rispondono colpo su colpo alle avversarie restando avanti 8-7 (errore Padova) e 16-14 (muro Botezat) alle due soste tecniche. Nel finale di set il Le Ali mette la testa avanti approfittando di un errore in attacco delle padrone di casa (17-18) che però stavolta non si fanno sorprendere portandosi sul 24-21 e chiudendo 25-22 con un attacco di Guerra.

Se i primi due set hanno divertito il pubblico bassanese, il 3° parziale per emozioni e colpi di scena è rappresenta sicuramente uno dei più belli giocati dal Brunopremi.com in questo anno e mezzo di serie B1. Il Padova, forse sorpreso dalla verve di capitan Malinov e compagne, non riesce a scrollarsi di dosso le avversarie nemmeno in questo parziale: le ospiti sono avanti seppur di poco alle due soste tecniche (7-8 e 15-16) grazie a due ottimi muri, ma il Bassano non molla mai e ne viene fuori un finale di set da brividi. La giovanissima Alice Pamio prima sbaglia la palla del 22-23 e poi si riscatta alla grande con il mani out del 23 pari. Nell’azione successiva un’invasione ospite regala al Brunopremi.com il 24-23, ma non è finita perché la capolista prima annulla e poi passa avanti nuovamente (24-25) con un muro su Zanon: anche la schiacciatrice bassanese si riscatta prontamente mettendo a segno il 25 pari, Zarpellon annulla con un muro il secondo set point padovano (26-26), ma è di nuovo una super Greta Zanon a risultare decisiva con il contrattacco del 27-26 e il muro vincente che fa esplodere letteralmente il PalaBruel sul 28-26 finale.

Nel 4° set però il Le Ali torna a giocare da capolista e complice anche un calo in casa bassanese ne viene fuori un parziale a senso unico deciso sul 15-19 da un filotto di ben 10 battute consecutive di Bertolotto che tra mette a segno 5 ace e propiziando i restanti 5 punti che portano il punteggio sul 15-25. Al tie break continua la marcia padovana, anche se la squadra di Malinov non molla e cambia campo solamente sul 7-8 per il sestetto ospite che però dà l’impressione di avere una marcia in più. Le leonesse, da applausi a scena aperta, non demordono rimanendo in partita fino all’11 pari con il 14° e ultimo punto di un’ottima Greta Zanon. Un muro regala al Padova il primo mini break (11-13), un errore in attacco il primo match point (11-14) e un ace la vittoria finale sull’11-15. Per il Brunopremi.com finisce così una serata comunque indimenticabile perché strappare un punto a questo Le Ali è stata davvero un’impresa straordinaria, il miglior viatico in vista dello scontro diretto di sabato prossimo con il Millennium Brescia.

    Più visti