Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 03-05-2019 15:39
in Politica | Visto 3.115 volte
 

Fuori post

Una battuta “spiritosa” su Fb della sostenitrice del centrosinistra Susy Giacobbo nei confronti del candidato sindaco Elena Pavan scatena la bufera. Nicola Finco (Lega): “Post sessista, il Pd prenda immediatamente le distanze”

Fuori post

Il candidato sindaco del centrodestra Elena Pavan tra il governatore Zaia e il ministro Stefani (foto Alessandro Tich)

“Sopra ... o sotto?”. Sono le tre parole che aprono un caso nella campagna elettorale di Bassano del Grappa. A scriverle, nella sua pagina Facebook, è stata la già presidente del Consiglio di Quartiere Margnan Susy Giacobbo, a commento del titolo di oggi del Giornale di Vicenza: “Lega, Zaia mattatore: “La Pavan è un treno da prendere al volo” ”.
Il titolo del quotidiano è riferito alle dichiarazioni rese dal governatore del Veneto in occasione della presentazione della lista della Lega, di cui ci siamo occupati nel precedente articolo. Quel “sopra o sotto”, a prima vista, si potrebbe riferire al fatto che secondo la signora Giacobbo, sostenitrice del centrosinistra, bisogna vedere se quello sia un “treno da prendere al volo” per salirci su oppure sotto a cui buttarsi lungo i binari.
Ma c'è stato anche chi in queste parole ha ravvisato una volgare battuta sessista nei confronti del candidato sindaco del centrodestra, scatenando la solita buriana sui social.
“Chi capisce il post in maniera sessista - ha commentato questo pomeriggio Susy Giacobbo nella sua pagina Fb - è esso stesso ad avere la mente bacata interpretandolo cosi. E mi stupisco pure di chi gli va dietro, conoscendomi. Evidentemente le battute non tutti le capiscono. Saranno abituati alle barzellette grasse.”
Ma intanto la frittata è fatta e la battuta fuori post è diventata oggetto di interventi politici. In particolare del capogruppo della Lega in consiglio regionale Nicola Finco, che in un comunicato stampa trasmesso in redazione ammonisce: “Post sessisti contro il candidato sindaco Elena Pavan, il Pd prenda immediatamente le distanze e condanni i responsabili”.
“Gli interventi social dell’ex presidente di quartiere Margnan Susy Giacobbo contro la candidata sindaco del centrodestra Elena Pavan sono di una gravità inaudita - dichiara Finco -. Evidentemente pensando di essere spiritosa Giacobbo, che è anche un’attiva sostenitrice del Pd e del candidato sindaco Angelo Vernillo, con frasi irripetibili e per nulla scherzose ha gravemente insultato su Facebook Elena Pavan e ogni donna impegnata, come lei, in politica e nella società civile.”
“Un affronto che non possiamo tollerare in alcun modo - continua il capogruppo regionale della Lega - e da cui il Pd, con il suo candidato, dovrebbe subito prendere le distanze.” “Siamo disposti a confrontarci con gli altri candidati sul programma e le priorità della nostra cittadina - prosegue Finco - ma se il Pd, o uno qualunque dei suoi sostenitori, pensa di poter attaccare Elena Pavan semplicemente perché donna, non possiamo rimanere in silenzio.” “Chiediamo al Partito Democratico e al candidato Angelo Vernillo - conclude - di prendere immediatamente le distanze dalle offese della sua simpatizzante e di dichiarare pubblicamente che nessun insulto simile sarà più tollerato, né contro la nostra candidata, né contro nessun’altra donna espostasi in prima persona per il bene della propria città.”