Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 08-11-2017 16:34
in Politica | Visto 1666 volte
 

“So' ragaaazzi”

La lista di opposizione Impegno per Bassano interviene sulle ultime esternazioni dell'assessore alla Cultura Giovanni Cunico

“So' ragaaazzi”

Foto Alessandro Tich

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa, trasmesso in redazione dalla lista civica di opposizione Impegno per Bassano:

COMUNICATO

“SO' RAGAAAZZI”

Nell'ambito politico la drammatica scelta posta da Shakespeare tra l'essere e il non essere, si traduce nella relazione dialettica tra ciò che i decisori politici appaiono fare e ciò che effettivamente consegue alle loro azioni.
In una società che in rare occasioni approfondisce le notizie e le tematiche in poco più di 160 caratteri, anche la classe politica più che essere interessata a prendere decisioni complesse, che vanno spiegate ai propri cittadini, arriva a prediligere azioni che portano risonanza immediata. Ne abbiamo un chiaro esempio a Bassano dove il Sindaco Poletto si diletta in annunci altisonanti che in breve si dimostrano vani (il più eclatante è stato il “balletto” attorno al teatro cittadino, di cui non si parla più) e dove il Vice-Sindaco Campagnolo riempie i media di dichiarazioni circa l'inizio ovvero la fine di molti lavori pubblici (in particolare la ristrutturazione del Ponte Vecchio e la realizzazione del Polo Museale Santa Chiara), che si dimostrano inesorabilmente inconsistenti.
Da ultimo, ma solo in termini temporali, l'inusitata pretesa dell'Assessore alla Cultura Cunico di dotare la città di una collezione di “copie d'autore”, ricreando oggi le opere di Canova rimaste in progetto, come se una realizzazione “apocrifa” fosse in qualche modo equivalente all'opera dell'artista.
Dobbiamo ammettere che gli Amministratori di Bassano hanno saputo interpretare le caratteristiche proprie della “società dell’informazione”: costantemente connessi, nella perenne ricerca di like, del tutto avulsi dalla realtà vera, dei veri e propri selfie-made-men!
A queste sconsolate considerazioni si aggiunge però ora la risposta data dall'Assessore Cunico al direttore del portale Bassanonet in data 06.11.2017, intesa a replicare all'articolo da questi pubblicato il 04.11.2017 intitolato “L'Assessore alla sCultura”. Il cronista non ha certo bisogno di difensori, ma una valutazione politica ci compete.
La lettera è piuttosto articolata e in verità non ci pare tutta farina del sacco del firmatario, specie nella prima pregevole parte, dotata di particolari tecnici che sembrano appartenere più propriamente a chi si occupa di beni culturali per mestiere. Nel prosieguo però lo scritto è utile ad attestare e dimostrare lo spirito vanesio ed autocelebrativo con cui l'esponente renziano interpreta il proprio ruolo, modalità di porsi di quest'ultimo ormai consolidata.
L'amministratore definisce questo episodio come parte del dibattito sulle politiche culturali cittadine e questo ci inquieta non poco, ma ci permette di comprendere perché in tre anni e mezzo non si sia mai affrontato un serio dibattito culturale.
A nostro giudizio quest'argomento può valere al più come idea di marketing, ma un dibattito di politica culturale richiede ben altro e ben di più, ma tant'è.
In assenza di idee valide e di proposte convincenti (cosa ormai assodata in capo all'attuale Amministrazione) sarebbe opportuno porsi in atteggiamento quanto meno di disponibilità all'ascolto e alla comprensione degli argomenti altrui, eventualmente ragionati a contrario, ma non ridotti al silenzio in modo sprezzante e tendenzioso come il medesimo Assessore ha volutamente liquidato le opinioni, da ultimo espresse, da esponenti dell'opposizione come “sodalizio Impegno per Bassano/estrema destra cittadina”.
Pazienza! Siamo abituati da tempo a questi periodici e schizofrenici attacchi alla nostra lista civica, a questi tentativi da parte dei “ragazzotti renziani bassanesi” di abbassare il confronto politico-amministrativo al livello di sterili schermaglie da bar.
Questo non ci spaventa e diversamente da chi governa, la lista Impegno per Bassano, proprio per la propria qualità moderata e liberale, è disponibile a confrontarsi con tutti su idee e progetti che siano ragionevoli e utili per la città, da qualunque parte vengano.
Come dimostrato in tanti anni ormai, Impegno per Bassano è aperta al dibattito costruttivo anche con la maggioranza.
Tuttavia si deve ormai constatare che ogni qual volta si esprimono motivate ragioni contrarie alle decisioni già prese da parte di Sindaco ed Assessori, questi ultimi, che non mettono mai in dubbio le loro determinazioni, reagiscono come “adolescenti della politica”, riconoscendo le critiche come offese personali. Allora, prendendo a prestito una nota battuta, ci vien da dire: “So' ragaaazzi!”.

Lista Civica Impegno per Bassano
Fondazione PiraniRobert Capa

Editoriali

Superman a Bassano

Superman a Bassano

Alessandro Tich | 57 giorni fa

Il "Tich" nervoso Il celebre supereroe avvistato in città. Scopo della missione, raddrizzare il Ponte degli Alpini. Ma l'impresa, questa volta, non gli è riuscita

Fondazione PiraniRobert Capa