Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 22-08-2011 17:13
in Attualità | Visto 2.017 volte
 

La lapide dei “Ragazzi del '99”? Eccola qui

Il supporto marmoreo commemorativo che era collocato nell'ex Piazzetta giace in un cortile interno del Museo Civico. Depositati nella stessa area, tra la vegetazione, altri resti lapidei

La lapide dei “Ragazzi del '99”? Eccola qui

Sotto il balcone, appoggiata sull'erba incolta, la lapide dell'ex Piazzetta Ragazzi del '99 (foto Alessandro Tich)

“Che fine ha fatto quella lapide?”. Se lo chiedeva - in un post inserito un mese fa nello spazio dei commenti di Bassanonet - il nostro utente “rogas”, intervenuto nella discussione sul nostro articolo “Galleria Ragazzi del '99: il Comune fa dietrofront” (notizie.bassanonet.it/attualita/9054.html).
Come ben ricorderete, l'articolo in questione si riferiva a una delle vicende che hanno animato le cronache estive della città: la decisione dell'Amministrazione comunale di Bassano del Grappa, a seguito delle polemiche sull'argomento, di non cambiare il nome della galleria della nuova Biblioteca Civica in “Galleria degli artisti” e di mantenere l'originaria intitolazione, ereditata dal nome della preesistente piazzetta, di “Galleria Ragazzi del '99”.
La lapide a cui fa riferimento il nostro utente è il supporto marmoreo che riportava alcune frasi del “Bollettino della Vittoria” della Grande Guerra e che era posizionato nell'ex Piazzetta Ragazzi del '99, salvo poi essere rimosso per i lavori di demolizione dei vecchi edifici dell'area interessata dai lavori della Biblioteca.
Una testimonianza definita “importante” dal nostro utente, in quanto “parte del patrimonio affettivo di molti bassanesi”. Da qui la proposta del nostro lettore di ricollocarla, assieme alla vecchia tabella “Piazzetta Ragazzi del '99”, in “quel che rimane della vecchia piazzetta, magari sulla delimitante parete nord, oppure sud del vecchio Museo”.
Già: ma quella lapide, appunto, dov'è finita? La risposta arriva dalla segnalazione di altro nostro lettore, residente in via Roma, che ci ha fatto salire sulla terrazza del suo condominio per farci scattare alcune foto.
Il marmo commemorativo giace abbandonato a pochi metri di distanza da quella che fu la sua collocazione: in un cortile interno del Museo Civico, adiacente al passaggio che porta all'ala nuova del complesso museale, appoggiato sul muro di un confinante condominio.
Nello stesso cortile - come pure mostrano le nostre immagini pubblicate in photogallery - sono depositati altri resti di reperti lapidei, collocati alla rinfusa tra la folta vegetazione.
Il residente di via Roma protesta: quel cortile, ci dice, andrebbe curato una volta per tutte, togliendo le erbacce e riordinando l'area. Per chi si affaccia dai balconi che guardano verso il Museo, aggiunge il nostro interlocutore, non è certamente un bel vedere.
E la lapide di Piazzetta Ragazzi del '99? “E' lì da quando l'hanno tolta” - ci dice ancora.
Ci rivolgiamo dunque, per concludere, al nostro utente che aveva posto la questione: la lapide c'è ancora, in apparente discreto stato di conservazione, e questa è già una buona notizia.
Se mai invece la stele commemorativa sarà riutilizzata a beneficio delle nuove generazioni: beh, questo è un altro paio di maniche.