Pubblicato il 11-04-2009 15:25
in Attualità | Visto 1.622 volte

Due chiacchiere sul tempo

Alla Libreria La Bassanese ieri sera 10 aprile ospiti Mario e Andrea Giuliacci

Due chiacchiere sul tempo

Marco Bernardi con Andrea e Mario Giuliacci

La Libreria La Bassanese all’interno della rassegna “Incontri senza censura” ha proposto ieri sera un appuntamento dedicato al tempo. Organizzato assieme all’Associazione Meteotriveneto (M3V) l’appuntamento ha portato a Bassano Mario e Andrea Giuliacci, due volti noti agli spettatori tv, esponenti del Centro Epson Meteo che costituisce oggi una delle strutture di ricerca applicata e di previsione in ambito meteorologico più accreditate d'Europa e professionisti all'insegna della meteorologia di grande spessore.
Sono molti i motivi che spingono sempre più persone ad interessarsi alla meteorologia.
Fino a pochi anni fa prevedere il tempo era un’arte riservata a pochi, l’avvento di Internet, la divulgazione scientifica e la disponibilità della tecnologia hanno avuto il merito di consentire anche ai non addetti ai lavori di cimentarsi, per diletto e per passione, in questa interessante disciplina. Il Colonnello Giuliacci e suo figlio Andrea hanno scritto diversi libri sull’argomento, hanno pubblicato “Manuale di Meteorologia”, Mursia editore, “Prevedere il tempo con Internet” e “Dottore, mi fa male il tempo” della collana Meteo, Edizioni Alpha Test. Nell’incontro i due esperti hanno parlato di clima e di microclima, e simpaticamente il Colonnello, da abile divulgatore, ha ricondotto ad un esempio di prodotto del microclima il favoloso asparago di Bassano; hanno illustrato il fenomeno delle oscillazioni climatiche; assieme al folto pubblico presente in galleria hanno analizzato le cause e le conseguenze di alcuni fenomeni come gli uragani e il Global warming ed hanno parlato delle diverse teorie sul futuro climatico del pianeta. Alla domanda senza censura di Marco Bernardi: “Cosa pensate del Premio Nobel per la Pace ad Al Gore?” il Colonnello Giuliacci, com’è suo stile, ha risposto con una battuta, l’ha presa a prestito da un noto esponente politico: “Penso questo: e che c’azzecca?”. I due metereologi hanno poi dialogato con Filippo Mengotti, del M3V, ed hanno ricordato l’importanza della nascita e della diffusione di centri meteo qualificati come quello del Triveneto. In chiusura dell’incontro ancora alcuni simpatici interventi del Colonnello sulla metereopatia, l’igrometro e i capelli delle donne, il Veneto e il suo prosecco, un’anticipazione sulle previsioni locali, in diretta, sulle giornate di Pasqua e Pasquetta (i due esperti dicono che a Bassano sarà bello) e poi insieme, padre e figlio, si sono fermati in libreria per due chiacchiere con il pubblico. L’argomento? Ma il tempo!

    Più visti