Pubblicato il 13-05-2014 13:21
in Attualità | Visto 2.649 volte

“Uno spiraglio per il Tribunale”

Il ministro della Giustizia Orlando “rivedrà la posizione del Tribunale di Bassano”. L'esito di un incontro a Vicenza col Guardasigilli di una delegazione del Partito Democratico della Zona del Bassanese e del Marosticense

“Uno spiraglio per il Tribunale”

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa, trasmesso in redazione, per il tramite del collaboratore parlamentare Giovanni Pigatto, dalla senatrice bassanese del PD Rosanna Filippin e da Luigi Tasca, portavoce e responsabile organizzativo del Partito Democratico della Zona del Bassanese e del Marosticense:

COMUNICATO

Uno spiraglio per il Tribunale

Il Ministro della Giustizia rivedrà la posizione del Tribunale di Bassano
Ministro Orlando: “La posizione del Tribunale verrà rivista in funzione dei risultati della Commissione tecnica che sta va valutando l’accorpamento con Vicenza.”


Il PD del Bassanese, sulla scorta del lavoro portato avanti negli ultimi 2 anni dal sen. Rosanna Filippin, ottiene così il primo risultato significativo dopo la sua costituzione poco più di un mese fa.
Una delegazione del Partito Democratico della Zona del Bassanese e del Marosticense, capitanata dai Senatori Rosanna Filippin e Giorgio Santini, e formata da alcuni esponenti e candidati Sindaci del Centro-Sinistra unitamente ai rappresentanti degli Avvocati di Bassano, ha incontrato sabato pomeriggio a Vicenza il Ministro di Grazia e Giustizia Andrea Orlando. Oggetto del colloquio, l’annosa problematica della chiusura del Tribunale di Bassano del Grappa.
Dopo aver esposto al Guardasigilli le criticità che deriverebbero dal definitivo trasferimento del Tribunale da Bassano a Vicenza (Cittadella della Giustizia costata ben 12 mln di euro alla cittadinanza e mai utilizzata), la delegazione ha chiesto al Ministro ragguagli sulla possibilità di riconsiderare la posizione del Ministero, alla luce delle gravi sofferenze che l’Area interessata dal Tribunale sta già vivendo: da una parte i disagi dei Bassanesi costretti a recarsi a Vicenza, dall’altra la totale paralisi del Tribunale di Vicenza, dove per la conclusione di una causa civile si prevedono fino ad 8 anni di attesa, contro i 2 anni di Bassano.
Dopo le numerose iniziative di diverse parti politiche, per la prima volta il PD del Bassanese, insieme ai rappresentanti degli Avvocati, è riuscito ad avere un colloquio diretto con il Ministro e, cosa più importante, ha ottenuto significative rassicurazioni sul centralità del ruolo del Bassanese nella geografia del territorio veneto. Da questa centralità, passa anche il ruolo del Tribunale e della sua capacità di dare risposte concrete e celeri alle esigenze dei cittadini.
Il Ministro Orlando ha spiegato che la Commissione di Monitoraggio della Riforma Geografia Giudiziaria sta valutando se l’accorpamento tra il Tribunale di Bassano e quello di Vicenza sia dannoso per i Territori interessati. Se così sarà, il Ministro rivedrà la soppressione del Tribunale di Bassano. Proseguendo, Orlando ha assicurato la vicinanza del suo Dicastero e del Governo Renzi all’intero territorio Bassanese, territorio caratterizzato da specificità imprenditoriali, per le quali l’infrastruttura “Tribunale” è fondamentale per la crescita economica del Territorio.
Il PD del Bassanese ha portato al Ministro la proposta di un “Tribunale della Pedemontana”, che andrebbe a servire i territori oggi di competenza dei Tribunali di Vicenza, Padova e Treviso, in un’area che dal Thienese arriverebbe ai confini di Montebelluna e Cittadella.
La proposta, oltre a presentare un basso costo di attivazione (la Sede del Tribunale è nuova e già pronta) andrebbe a portare sollievo, non solo a Vicenza, ma anche agli due Tribunali di Treviso e Padova, andando a creare un punto di eccellenza in ambito di giustizia civile, penale ed amministrativa.
“È ancora presto per cantare vittoria - afferma la senatrice bassanese dem Rosanna Filippin - il lavoro da fare è ancora lungo e ci sono ancora molte resistenze da superare. Chiaramente io, come ho sempre fatto fino ad adesso, continuerò ad insistere con il Ministro perché mantenga la parola data e riapra finalmente il Tribunale di Bassano.”
“È un primo e significativo risultato ottenuto dall’azione congiunta di politica e associazioni degli Avvocati - spiega Luigi Tasca, Responsabile Organizzativo e Portavoce della neo Zona PD di Bassano e Marostica - il Tribunale è per il Bassanese una priorità indispensabile. I Cittadini e le Imprese necessitano di risposte e concretezza.”

LIBERTÀ È PAROLA #LIVE - Speciale natalizio: “Una poltrona per due”

Ebbene sì, è il Direttore di Bassanonet.it Alessandro Tich a condurre quest’anno lo #specialenatalizio di Libertà è Parola. Anche quest’anno...

Più visti