Aiutiamo i nostri ospedali

CC intestato a Fondazione di Comunità Vicentina per la Qualità di Vita.
IBAN IT 37 S 08807 60791 00700 0024416 - Causale "Aiutiamo i nostri ospedali"

Campagna di raccolta fondi per l'emergenza Coronavirus a favore dell'Ulss7 Pedementana in collaborazione con
Comune di Bassano del Grappa, Comune di Santorso, Comune di Asiago, Fondazione di comunità vicentina per la qualità della vita, Bassanonet.it

Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 31-05-2014 13:50
in Attualità | Visto 3.813 volte

Statemi bene

Ambiente e salute in fabbrica: quattro importanti aziende del Bassanese (Baxi, Allnex Italy, Climaveneta e Manfrotto) protagoniste il 5 giugno del #greentoworkday2014. Dipendenti al lavoro in bici, a piedi, in bus o col car pooling

Statemi bene

Foto di gruppo dei promotori e sostenitori del #greentoworkday2014 (foto Alessandro Tich)

La presentazione dell'iniziativa nella sala convegni di Baxi Spa avviene proprio alla vigilia della tappa di Bassano del Giro d'Italia, ma - giurano - è una pura coincidenza.
Oltretutto, non è solo la bicicletta il mezzo “alternativo” che sarà protagonista della kermesse di sensibilizzazione ecologica: chi lo vorrà potrà spostarsi a piedi, prendere un mezzo del trasporto pubblico o, se proprio non potrà fare a meno di venire in auto (soprattutto chi abita lontano dal posto di lavoro), potrà condividere il tragitto con altri suoi colleghi, secondo i sacri princìpi del car pooling.
L'importante è che giovedì prossimo 5 giugno, in occasione della Giornata Mondiale dell'Ambiente, nei parcheggi di quattro tra le più importanti aziende del Bassanese le autovetture lascino spazio il più possibile a più economici, e soprattutto più salutari, mezzi di locomozione sostenibile.
E' l'obiettivo che si prefigge il #greentoworkday2014: la giornata “verde” degli spostamenti casa-lavoro che vedrà protagonisti, complessivamente, oltre 500 dipendenti della Baxi in via Trozzetti in città, di Climaveneta a Sant'Eusebio, della Allnex Italy a Romano d'Ezzelino e della Vitec Manfrotto a Cassola.
Quattro eccellenze produttive nei rispettivi settori del nostro territorio che con lo slogan “Brucia i grassi, non la benzina. Risparmia soldi e guadagna in salute” invitano i propri collaboratori a sposare la causa della tutela dell'ambiente e, soprattutto, del proprio benessere.
L'iniziativa - realizzata in collaborazione con la Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta) e patrocinata dai Comuni di Bassano del Grappa e di Romano d'Ezzelino - è l'ideale prosecuzione del Bike to Work Day che già l'anno scorso aveva visto una consistente rappresentanza delle maestranze della Baxi, circa 300 persone, inforcare le biciclette per andare a timbrare il cartellino.
Ora il pool di imprese sensibili al tema si allarga. Quattro realtà del “made in Bassano” accomunate dall'attenzione che all'interno dei rispettivi stabilimenti - come riferito dal direttore generale di Baxi Alberto Favero, dall'amministratore di Allnex Italy Massimo Mauro, dal general manager di Climaveneta Maurizio Marchesini e da Francesca Sandonà per Manfrotto - viene già riposta nei confronti della sostenibilità delle produzioni, dell'attenzione per l'ambiente (tutte quattro le aziende detengono la certificazione di qualità ambientale ISO 14001) e della sicurezza e benessere dei dipendenti.
Renzo Masolo, referente Fiab di Bassano, interviene all'incontro di presentazione assieme al presidente provinciale Fiab Silvio Rossi e commentando lo spirito di promozione della mobilità alternativa insito nella manifestazione afferma: “E' un'accelerazione dei tempi che ci chiedono di cambiare gli stili di vita. L'obiettivo non è quello di penalizzare i trasporti tradizionali, ma di incentivare chi sceglie un altro modo di spostamento.”
Anche perché, per chi abita nel raggio di due o tre chilometri dal posto di lavoro, andare a lavorare a piedi o in bicicletta nelle stagioni che lo consentono non è solo un vantaggio per il portafoglio in termini di benzina risparmiata ma è anche e soprattutto una buona pratica per tutelare un valore che non ha prezzo: la salute.
“Domenica scorsa - conferma il direttore sanitario dell'Ulss n.3 dr. Enzo Apolloni - abbiamo promosso la giornata in piazza sulla prevenzione cardiovascolare. Abbiamo eseguito 900 controlli della glicemia e della pressione e 150 elettrocardiogrammi ed è stato un motivo di aggancio per dire alle persone come mangiare e come muoversi in maniera adeguata per la prevenzione cardiovascolare. Questa iniziativa sposa lo stesso obiettivo, e cioè promuovere il movimento e una maniera diversa di vivere. La sedentarietà è uno dei fattori di rischio delle malattie cardiovascolari, tumorali e osteoarticolari.”
“La giornata del 5 giugno - aggiunge il medico del lavoro dr.ssa Tatiana Vangelista - si inserisce in contesti aziendali che puntano sulla promozione della salute dei lavoratori, ed è un aspetto importante in contesti in cui l'età del lavoratore tende ad aumentare. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ricorda che la sedentarietà e il 4° fattore di decesso e che il 27% dei casi di diabete 2 sono causati da una vita sedentaria. Anche il rischio di malattie tumorali al colon e alla mammella aumenta con la sedentarietà.”
E allora? Prendi la bici o fatti una camminata per andare a lavorare e cerca soprattutto di ripeterlo, oltre alla Giornata Mondiale dell'Ambiente, anche negli altri giorni. Con la benedizione istituzionale dei Comuni di Bassano e di Romano, i cui assessori alla Sostenibilità e all'Ambiente Andrea Zonta e Remo Seraglio sottolineano l'importanza delle iniziative e degli investimenti mirati alla sostenibilità ambientale.
A tutti i partecipanti al #greentoworkday2014 sarà consegnata una maglietta bianca con il logo della manifestazione e con i marchi delle quattro aziende aderenti.
Eco friendly? Ecco fatto.

Più visti