Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 11-08-2010 17:25
in Attualità | Visto 2.480 volte

Alpini a Bassano: via gli “ostacoli” dal centro

Primi provvedimenti del Comune in vista dell'Adunata triveneta di settembre. Rimozione in centro storico di tutte le strutture mobili d'intralcio alla viabilità e alla circolazione

Alpini a Bassano: via gli “ostacoli” dal centro

L'Adunata degli Alpini 2008 a Bassano (foto Dario Vanin)

Manca poco più di un mese alla nuova, prevista invasione delle penne nere in città.
Il 18 e 19 settembre prossimi Bassano ospiterà l'Adunata degli Alpini del Triveneto: una versione ridotta della grande Adunata nazionale del 2008 che comunque richiamerà in riva al Brenta decine di migliaia di persone.
Diversamente dall'evento nazionale di due anni fa, il percorso dell'Adunata triveneta 2010 attraverserà lo storico Ponte degli Alpini: la maggior parte delle persone, nell'occasione, si concentrerà pertanto nel centro storico della città.
Per assicurare il miglior transito possibile, oltre che il più sicuro, la Giunta comunale ha approvato una delibera che dispone la sospensione temporanea di tutte le concessioni a qualsiasi titolo rilasciate per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche in centro storico e nelle immediate vicinanze.
Il provvedimento sarà applicato, in particolare, all'interno di un anello che parte da Piazzale Cadorna e si sviluppa lungo il Ponte Nuovo, viale Scalabrini, via Angarano dal lato est, via Gamba, via Bonamigo, viale dei Martiri, viale delle Fosse, piazzale Trento, via Remondini, via Brocchi.
All’interno di quest’area dovranno essere rimossi tutti gli ingombri realizzati con le più varie strutture mobili (arredi, tavoli, sedie, divani, panchine, ombrelloni, fioriere, piccoli divisori, espositori ed altro) che possano creare intralcio alla viabilità e circolazione.
La rimozione dovrà essere a cura del concessionario, che dovrà provvedere entro le ore 8 del 18 settembre 2010 e che potrà ripristinare le strutture rimosse dalle ore 12 del 20 settembre 2010.
Gli esercenti che ne facciano espressa richiesta potranno occupare uno spazio pubblico nelle immediate vicinanze - di fronte o a ridosso al proprio esercizio di vendita, nel limite massimo di mq. 10 - per l’attività commerciale di somministrazione di bevande e prodotti alimentari confezionati o sfusi, compatibili con l’autorizzazione amministrativa posseduta.
L'attività degli esercenti autorizzati allo scopo non dovrà tuttavia creare intralcio alla viabilità e alla circolazione né contrastare con quanto previsto nel piano di viabilità che verrà appositamente predisposto o con le disposizioni che verranno impartite dal Prefetto in ordine agli aspetti di pubblica sicurezza.

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

Più visti