Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 01-10-2009 21:41
in Attualità | Visto 3.334 volte
 

“Bue grasso” e vacche magre

Edizione sotto tono per la mostra mercato del bestiame alla “Fiera Franca d'Autunno”. Tanti i visitatori, ma pochi gli animali

“Bue grasso” e vacche magre

Fiera Franca 2009 a Bassano: pochi gli animali in mostra

“Do gambe ghe n'è tante, quattro ghe n'è poche”. E' sconsolato il commento di uno dei tantissimi visitatori che questa mattina - come consolidata abitudine - hanno preso d'assalto la mostra mercato del bestiame, tradizionale anteprima della “Fiera Franca d'Autunno” in Viale de Gasperi a Bassano.
Già: perché a fronte del consueto bagno di folla - scolaresche comprese - incuriosita dal folcloristico evento, di animali in esposizione se ne sono visti davvero pochi.
Il vento della crisi, che ha già spirato nelle ultime edizioni della manifestazione, quest'anno si fa sentire più che mai.
Soprattutto nel comparto del bovini - il più caratteristico e rappresentativo - non sono passati inosservati alcuni interi settori della mostra, completamente vuoti. Ne hanno sofferto, inevitabilmente, le contrattazioni e per gli allevatori e mediatori presenti gli affari non sono andati certo al meglio.
Che il settore zootecnico non attraversi un periodo florido, e risaputo già da anni: ma l'ennesima conferma, se mai ce ne fosse bisogno, è arrivata oggi.
Per il resto, la fiera si è svolta nella sua solita atmosfera: con le eterne bancarelle di casalinghi e di giocattoli, i coloriti personaggi di contorno, l'intenso profumo della piadina romagnola, la colonna sonora degli immancabili “indios” sudamericani.
C'è stata anche, come da programma ufficiale, la premiazione del concorso del “Bue Grasso”. Ma per la Fiera Franca d'Autunno, in realtà, sono tempi di vacche magre.