Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 27-01-2019 16:57
in Attualità | Visto 3.448 volte
 

Sgarbi Canoviani

Vittorio Sgarbi nominato presidente della Fondazione Canova di Possagno. Coordinerà la preparazione delle celebrazioni canoviane, in programma dal 2019 al 2022

Sgarbi Canoviani

Il sindaco di Possagno Valerio Favero e Vittorio Sgarbi davanti a uno dei due gessi delle 'Tre Grazie' alla Gypsotheca e Museo Antonio Canova

Abbiamo fatto una veloce ricognizione sul territorio: nei prati circostanti Possagno, nel cuore della Pedemontana del Grappa, non ci sono capre. Meglio così.
Vittorio Sgarbi è stato infatti nominato presidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Canova Onlus, con decorrenza da oggi, domenica 27 gennaio 2019.
La nomina è stata ufficializzata nella seduta del CdA tenutasi ieri a Possagno.
Sgarbi subentra nell'incarico a Franca Coin, che nei tre anni di mandato ha reso possibile la collaborazione della Fondazione con istituzioni museali internazionali e l'avvio di importanti attività di restauro.
“La nomina di Vittorio Sgarbi - afferma un comunicato stampa trasmesso in redazione dalla Gypsotheca e Museo Antonio Canova, gestita dalla Fondazione e diretta dal componente dello stesso CdA Mario Guderzo - ha l'obiettivo di proseguire in questa direzione di apertura e innovazione nel rispetto del patrimonio e dell'eredità di Possagno.” Di fondamentale importanza, in tal senso, sarà il coordinamento delle attività in preparazione alle celebrazioni canoviane. Queste avranno inizio l'11 luglio 2019, a 200 anni dalla posa della prima pietra del Tempio di Possagno, per giungere al 13 ottobre 2022, data che segna i 200 anni dalla morte del Canova. In questi quattro anni la Gypsotheca e Museo Antonio Canova sarà il fulcro di una serie di iniziative culturali per celebrare il massimo esponente del neoclassicismo nel mondo.
“A seguito delle dimissioni della sig.ra Franca Coin, che voglio ringraziare ancora per il lavoro svolto - dichiara il sindaco di Possagno Valerio Favero -, sono orgoglioso e onorato di aver ricevuto la disponibilità del prof. Vittorio Sgarbi a ricoprire il ruolo di presidente della nostra Fondazione.” “Sono sicuro - aggiunge il primo cittadino - che con la sua enorme cultura e la sua grande conoscenza dell'arte, saprà guidare nel modo migliore il nostro ente attraverso questi impegnativi anni di celebrazioni canoviane.”
A pochi chilometri in linea d'aria da Bassano del Grappa, il secondo Comune che ha l'onore di detenere un cospicua parte del patrimonio artistico canoviano, fa dunque la sua comparsa ufficiale il celebre studioso, personaggio pubblico e polemista mediatico che il comunicato della Gypsotheca e Museo Antonio Canova presenta come “nome per eccellenza della critica d'arte in Italia, curatore di grandi mostre internazionali, scrittore prolifico, conduttore di trasmissioni di successo che sono rimaste nella storia della televisione, uomo politico, libero pensatore controcorrente e instancabile difensore dell'arte e della cultura”.
Si scaldino dunque i motori per le celebrazioni su Canova. E prepariamoci, nel vicino paese dell'autore delle “Tre Grazie”, a una nuova era di Sgarbi Canoviani.