Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 15-09-2011 21:16
in Industria | Visto 8.122 volte

La molla del successo

Il mollificio Mevis di Rosà compie 50 anni. Con gli auguri del presidente di Confindustria Marcegaglia. Sabato e domenica grande festa per l'anniversario: attesi più di 800 ospiti

La molla del successo

Le due generazioni della Mevis: Adriano e Federico Visentin

La Mevis di Rosà, azienda produttrice di molle e minuterie metalliche, compie cinquant’anni. E, nell'occasione, riceve dal presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, il plauso per i successi conseguiti in questi anni estremamente difficili dell’economia italiana.
Scrive infatti la Marcegaglia nella prefazione del libro, “Una molla per il progresso, storia di una famiglia e della sua impresa” di Luigi Borgo: “ho letto con piacere la storia di Mevis, dai suoi eroici inizi ai successi internazionali degli ultimi decenni, e mi complimento con il signor Adriano e la signora Maria per quanto sono riusciti a realizzare, ma ho provato sincera felicità per il successo che Federico e i suoi fratelli hanno ottenuto in questi anni di estrema difficoltà economica del nostro Paese”.
Fondata nel 1961 da Adriano e Maria Visentin, la Mevis si è imposta come azienda di livello mondiale e oggi, sotto la guida di Federico Visentin, è tra i più importanti produttori di molle e di componenti metallici per il settore dell’auto, dell’elettrodomestico e dell’elettrotecnico.
Un esempio di impresa del nostro terriitorio che ha saputo affrontare le nuove e difficili sfide del mercato mondiale. Nell’Italia che non va, l’azienda di Borgo Tocchi ha fatto segnare nel 2010 un fatturato record di 51 milioni di euro, con la previsione di chiudere il 2011 a quota 58 milioni di euro.
Negli ultimi cinque anni, la crescita di Mevis è stata straordinaria. Oltre agli eccellenti fatturati, si è realizzato un ampliamento dello stabilimento di Rosà di 20mila mq., si è aperta la sede di Mevis Slovakia a Samorin e, in questi mesi, vi è stata anche l’inaugurazione di un secondo stabilimento a Galanta, sempre in Slovacchia. Dall’ottobre del 2010 a maggio 2011 sono state fatte 45 nuove assunzioni in Italia e circa una ventina sono previste in Slovacchia, che porteranno Mevis a superare l’attuale numero di 350 dipendenti.
Gli investimenti in Slovacchia non rientrano nella logica di dislocare la produzione, ma nel diventare sempre di più un’azienda internazionale, con la sede principale in Italia, ma con altre sedi vicino alle grandi multinazionali di cui è fornitore.
Oltre al libro, è stato realizzato un video-documentario sulle origini dell’imprenditoria del Nordest, “Una molla per il progresso, quando iniziava l’impresa, 1961”, ideato e diretto da Pierfranco Murru.
Nel prossimo week end Mevis festeggerà i suoi primi 50 anni con una cena di gala in azienda, sabato 17, alla presenza delle autorità e dei principali clienti internazionali, e con una festa sempre in azienda, domenica 18, con tutti i dipendenti e le loro famiglie: sono attesi più di 800 ospiti.

Più visti