Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 20-10-2011 19:39
in Attualità | Visto 2.154 volte

Il “weekend lungo” della ZTL

Il sindaco intende sperimentare l'ampliamento della ZTL in centro storico solo da giovedì a domenica. Martedì prossimo la giunta comunale vota intanto la delibera per la chiusura della “elle” in Piazza Libertà

Il “weekend lungo” della ZTL

Auto parcheggiate sul lato nord di Piazza Libertà. Una scena che ha ormai i giorni contati

La scena che abbiamo immortalato nella fotografia pubblicata qui sopra, col parcheggio più o meno volante a spina di pesce delle auto sul marciapiede nord di Piazza Libertà, ha i giorni contati.
Martedì prossimo, 25 ottobre, il sindaco di Bassano del Grappa Stefano Cimatti presenterà in giunta la delibera che prevede la chiusura alle auto della “elle”, e cioè dei lati nord e ovest di Piazza Libertà. La giunta comunale stabilirà la data di partenza della nuova limitazione, in funzione del tempo che sarà richiesto per comunicare la novità ai cittadini.
Si tratta, come noto, della “fase 1” dell'allargamento della ZTL - Zona a Traffico Limitato così come previsto dal piano predisposto dall'Amministrazione comunale.
Un piano che rappresenta, tuttavia, un autentico work in progress.
Rispetto alle prime ipotesi presentate alla stampa dal sindaco e dall'assessore alla Mobilità Andrea Zonta (notizie.bassanonet.it/attualita/9097.html) e a seguito delle osservazioni e dei suggerimenti dei cittadini sul sentito argomento, il progetto della nuova ZTL potrà infatti subire alcune variazioni in corso d'opera a carattere sperimentale.
“Non escludo - dichiara Cimatti a Bassanonet - che dopo l'apertura definitiva del parcheggio del vecchio ospedale si possa partire con la sperimentazione della nuova ZTL allungandola soltanto di un giorno e mezzo, e cioè il giovedì pomeriggio e il venerdì. La ZTL in centro storico è già attiva il giovedì mattina, il sabato e la domenica.”
“E' un'ipotesi - prosegue il primo cittadino - sulla quale sto ragionando e che ci permetterebbe di sperimentare la limitazione del traffico in centro città in un arco di tempo continuato da giovedì a domenica. E' un suggerimento che ritengo percorribile rispetto alla prima ipotesi di estendere la ZTL a tutta la settimana, con l'eccezione di alcune fasce orarie di apertura al traffico mattutine e pomeridiane, più difficili da definire e da gestire.”
Non si tratta - va detto subito per dovere di chiarezza - di un cambiamento definitivo delle fasi “3” e “4” dell'originaria proposta dell'Amministrazione per la riduzione del traffico dentro le mura, ma di un'idea che il sindaco sta seriamente prendendo in considerazione.
E che non può prescindere, come sottolineato dallo stesso Cimatti, dall'attivazione delle telecamere per il controllo elettronico degli accessi motorizzati in centro storico.
“Io potrei accendere le telecamere anche domani mattina - afferma il sindaco -. Ma ci sono alcuni aspetti burocratici che prolungano i tempi tecnici dell'attivazione del sistema. Prima di accendere i nuovi varchi elettronici e di partire con l'ampliamento della Zona a Traffico Limitato serve un aggiornamento dei dati riferiti ai cittadini che hanno diritto all'accesso alla ZTL stessa.”
“Questo - continua - per evitare possibili multe alle persone autorizzate, con conseguenti pratiche per ricorsi che ingolferebbero il lavoro dei nostri uffici. Scriverò una lettera ai residenti, ai portatori di handicap registrati dall'Ulss e agli altri aventi diritto per la conferma o l'aggiornamento delle loro targhe. Quando tutti i dati saranno immagazzinati dal sistema, partiremo con le telecamere. Per questo step è necessaria l'apertura definitiva del parcheggio dell'ex ospedale, che io considero strategico.”
“Il mio progetto sulla ZTL - rimarca Cimatti - è quello di accelerare. Martedì va in giunta la delibera per la chiusura della “elle” della piazza, seguirà l'entrata in funzione delle telecamere e quindi andremo a sperimentare la nuova ZTL con l'ipotesi di allungarla al giovedì pomeriggio e al venerdì.”
“Nella prima fase della sperimentazione - conclude il sindaco - potrà esserci tolleranza. Ma il sabato e la domenica no. Chi entrerà in centro, e non è autorizzato, sarà multato. Non ci sono più furbi. Per la “elle” di Piazza Libertà il problema non sussiste. Metteremo una barriera fisica tipo una fioriera. L'automobilista non prende la multa perché lì non passa.”

LIBERTA' E' PAROLA - AVANTI CON CORAGGIO

Cari #amici di Libertà è Parola, il momento che stiamo vivendo richiede responsabilità e noi stiamo facendo la nostra parte, anche se vorremmo...

Più visti