Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it

Politica

Dritti al Cuore

Romano d’Ezzelino: la Civica Un Cuore in Comune dà il via alla campagna elettorale e candida a sindaco per il secondo mandato Simone Bontorin

Pubblicato il 30-04-2022
Visto 7.003 volte

Simone Bontorin non lascia e anzi raddoppia. Come cinque anni fa, si candida a sindaco di Romano d’Ezzelino nel dichiarato intento di succedere a sé stesso.
Nel 2017 era una assoluta new entry, ora invece ha sulle spalle cinque tacche di esperienza, corrispondenti agli anni del mandato amministrativo, due dei quali stravolti ma attivamente gestiti per affrontare le emergenze della pandemia.
È supportato dalla stessa squadra che lo lanciò nella sua prima candidatura: la civica Un Cuore in Comune, che nel piazzale antistante alla Fornace Panizzon a Romano capoluogo dà ufficialmente il via alla campagna elettorale e alla seconda investitura di Bontorin a candidato sindaco.

Foto Alessandro Tich

La lista dei candidati consiglieri e il programma saranno presentati fra una decina di giorni: quello di oggi è il varo della nave, con la bottiglia idealmente lanciata dalla giovane presidente dell’associazione Un Cuore in Comune e consigliere comunale uscente Nicole Lazzarotto.
Da informazioni raccolte extra conferenza stampa, per la sfida alle urne il sindaco uscente sarà a capo di una “grande, sola e unica lista civica”, che oltre a Un Cuore Comune farà confluire anche altre rappresentanze della realtà civica e politica romanese.
Ma si tratta solo di anticipazioni ufficiose, perché questo è il momento esclusivo della discesa in campo.
“Siamo orgogliosi di appoggiare Simone in questa ricandidatura a sindaco - esordisce Nicole Lazzarotto -. Cinque anni di competenza, ascolto, dialogo e dedizione nei quali il cittadino è stato al primo posto, perché amministrare il territorio significa seguire il bene comune.”
“Cinque anni sono passati così in fretta - dichiara Simone Bontorin -. Il mio grazie va ai cittadini per averci dato spunti per migliorare l’azione amministrativa. Qualcosa di importante è stato fatto. Se una comunità lavora tutta unita insieme, può realizzare cose inaspettate.”
E a riguardo delle cose realizzate l’amministrazione uscente, in vista dell’appuntamento del voto, si è mossa per tempo. Nei giorni scorsi è stata distribuita in tutte le case di Romano la pubblicazione di 80 pagine “Cinque anni assieme”, che riassume il bilancio sociale del quinquennio amministrativo. C’è stata anche la sorpresa pasquale, con un volantino di auguri di Buona Pasqua consegnato alla popolazione e contenente una cartolina sulla quale il cittadino può scrivere “Il mio sogno per Romano è…” per poi imbucarla in quattro apposite cassette allestite rispettivamente a Romano, San Giacomo, Fellette e Sacro Cuore. “Continuare questo viaggio insieme renderà i nostri sogni realtà”, è la frase stampata sulla scheda, per un messaggio in stile I Have a Dream.
Come spiega il vicepresidente di Un Cuore in Comune e consigliere comunale uscente Gianbattista Ronzani, il dialogo coi cittadini continuerà con le assemblee pubbliche, peraltro già iniziate, mentre domani alle 17 al Bar Lab di quartiere Cristallo la campagna elettorale vivrà un momento di avvio più informale con l’evento “Aperitiamo”.
“Oggi - prosegue Bontorin - la lista civica è qui per dire che proseguirà nella certezza che lavorando col metodo degli anni scorsi raggiungerà risultati importanti. Cinque anni fa avevamo presentato una visione di Romano per i prossimi 10-15 anni. Oggi la allunghiamo di ulteriori cinque anni, una visione che fra 15-20 anni sarà utile a questa comunità.”
“Ogni persona qui presente ha mordente, voglia di lavorare per la comunità di Romano, voglia di “aggredire il pallone”, per usare una metafora calcistica - continua il candidato sindaco -. Cinque anni fa il nostro motto era “Detto, fatto”. Oggi il nostro nuovo motto è “Continuare per fare”.”
Inevitabile, in questo che è il primo discorso di Simone Bontorin da candidato sindaco, un richiamo alla memoria di Lorenzo Zen e Mauro Salvemini, i due assessori venuti a mancare nel corso del mandato amministrativo.
“Sono stati anni anche di difficoltà per il venir meno di due persone, Lorenzo e Mauro - afferma -. Parliamo di due “grilli parlanti”: sono la nostra coscienza. Ci ricordano l’impegno, la costanza, la presenza e la professionalità per servire il proprio Comune.”

Più visti

1

Attualità

02-10-2022

La Pedemontana e l’Autonomia

Visto 8.468 volte

2

Attualità

30-09-2022

A.RI.A di casa

Visto 7.641 volte

3

Cronaca

03-10-2022

La città di Piero

Visto 6.984 volte

4

Politica

01-10-2022

Calendarizziamo

Visto 6.597 volte

5

Attualità

04-10-2022

Egermeister

Visto 6.077 volte

6

Attualità

05-10-2022

A Norma di regolamento

Visto 4.726 volte

7

Attualità

05-10-2022

Senza se e senza MaB

Visto 4.481 volte

10

Arte

30-09-2022

La forma della bellezza

Visto 3.098 volte

1

Politica

07-09-2022

L’Architetto del Grillo

Visto 15.335 volte

2

Attualità

14-09-2022

Herr Bifrangi

Visto 8.513 volte

3

Attualità

02-10-2022

La Pedemontana e l’Autonomia

Visto 8.468 volte

4

Politica

19-09-2022

Capitano Coraggioso

Visto 8.161 volte

5

Politica

07-09-2022

Astenersi perditempo

Visto 7.678 volte

6

Attualità

30-09-2022

A.RI.A di casa

Visto 7.641 volte

7

Politica

11-09-2022

Angelo, Maria e Bepi

Visto 7.557 volte

8

Politica

29-09-2022

Bella Ciao

Visto 7.535 volte

9

Politica

09-09-2022

Niente a post

Visto 7.520 volte

10

Attualità

24-09-2022

Canova e Super Sgarbi

Visto 7.149 volte