Partita Scacchi
Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 10-08-2012 17:19
in Cronaca | Visto 2.662 volte
 

SOPPRESSO IL TRIBUNALE DI BASSANO

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera definitivo al Decreto legislativo sulla revisione della geografia giudiziaria

SOPPRESSO IL TRIBUNALE DI BASSANO

Foto: archivio Bassanonet

Il Tribunale di Bassano del Grappa è stato soppresso. Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera definitivo al testo del Decreto legislativo sulla revisione della geografia giudiziaria.
Dei 37 Tribunali inseriti in origine nella lista delle sedi giudiziarie da tagliare se ne salvano solo 6, in quanto ubicati in zone ad alta concentrazione di criminalità organizzata: si tratta di Castrovillari, Lamezia Terme e Paola in Calabria; Caltagirone e Sciacca in Sicilia e Cassino nel Lazio. Per gli altri 31, Bassano del Grappa compreso, viene pertanto decretata la soppressione e l'accorpamento: Bassano viene quindi accorpato al Tribunale di Vicenza.
Il governo non ha dunque tenuto conto dei pareri - peraltro non vincolanti - espressi dalle Commissioni Giustizia del Senato e della Camera, che avevano entrambe rilevato la necessità del mantenimento di alcuni Tribunali, tra cui Bassano del Grappa, “in considerazione della specificità territoriale del bacino di utenza e dell'incidenza eccessiva sui costi dell'amministrazione della giustizia che sarebbero indotti dalla loro soppressione”.
Secondo quanto riportato dal comunicato stampa del Consiglio dei Ministri, “il ministro della Giustizia Severino ha affermato di aver letto con grande attenzione i pareri del CSM, prevalentemente incentrato su aspetti organizzativi, e delle Commissioni parlamentari, analizzando tutti i profili emersi e di aver registrato posizioni tra di loro diversificate". "In piena sintonia col Consiglio dei Ministri - continua la nota stampa di Palazzo Chigi -, è stato deciso di valorizzare quella che risulta essere invece una comune linea direttrice: il mantenimento di un forte presidio giudiziario nei territori caratterizzati da una significativa presenza della criminalità organizzata.”
Pubblicato da brunonet il 10 ago 2012 18:17 | Segnala abuso
Brutta notizia e in parte inaspettata .... Credo sia un taglio poco avveduto., di fronte ad altri possibili tagli. Giustizia, sanità e scuola dovrebbero essere più considerati. Purtroppo sembra che gli spazi siano talmente ridotti per la situazione economica a cui tanti mali governi ci hanno portato che ... non ci resta che piangere o trovare un coraggio diverso, in primis quello di mandare definitivamente a casa tutti i colpevoli di questa situazione che continuano a ragionare su cose distanti dalle gente e che hanno la faccia tosta di continuare a presentarsi: a casa!. Peccato che per tanti, troppi colpevoli scarseggino i tribunali! Bruno Bernardi Cittadini per Bassano
Pubblicato da rogas il 10 ago 2012 18:59 | Segnala abuso
Non mi meraviglia per niente, purtroppo. Ora "SERVI DELLA GLEBA", comunque finanziatori attivi del "sistema", come ridurrete il danno in questo caso, dopo innumerevoli altri precedenti, visto che sembra venuto meno anche l' oggetto dell' eventuale danno da ridurre. Fantasticando demenzialmente non so chi potra' salvare l' Italia tenedola pure unita. Si sior Paron...... va ben sior Paron......come ch' el vol lu sior Paron .......ossequi pa a so Parona.
Pubblicato da greginato il 10 ago 2012 19:02 | Segnala abuso
Sono in vacanza, ma la notizia m'è giunta ugualmente. Sono sconcertato, una pessima notizia, una decisione incredibile. Ma che cosa dorebbe fare un tribunale per essere dichiarato utile alla giustizia e quindi alla società ? La decisione del Governo contrasta palesemente con le posizioni delle Commissioni Giustizia di Camera e Senato; il Tribunale di Bassano (ed almeno alcuni altri) andava salvato, per tutte le sacrosante ragioni che sono state espresse in molte occasioni a ROMA, nelle Commissioni parlamentari, e pure al Governo, e anche a Venezia, di carattere economico (LA CITTADELLA DELLA GIUSTIZIA APPENA COSTRUITA, IL BILANCIO POSITIVO !!), funzionale e pratico. Giusto non arretrare nella lotta alla mafia, ma perchè penalizzare le aree più produttive del Paese, ancora una volta ? In questo momento prevale il senso di frustrazione, ma credo sia giusto esprimere ai massimi livelli la sonora protesta e l'indignazione di una città e di un territorio. Giovanni Reginato, PD.
Pubblicato da matteobizzotto il 10 ago 2012 19:24 | Segnala abuso
Purtroppo nonostante tutto il lavoro fatto non si e' riusciti a salvarlo...sicuramente come sempre tutti potevamo fare di più forse ma credo che cmq la cittadinanza e tutti coloro che hanno sostenuto questa causa hanno fatto quello che potevano.....
Pubblicato da stefano61 il 10 ago 2012 19:36 | Segnala abuso
Certo dispiace... e molto. Povera Bassano, da aspirante provincia a borgo! Cerchiamo di vedere il lato positivo; almeno ci eviteremo tulla la pletora di politicanti veri o presunti, primedomme di provincia e tirapiedi vari presenziare nelle reti locali spacciandosi per intrepidi paladini (vincitori) del territorio bassanese.
Pubblicato da fr27 il 10 ago 2012 19:38 | Segnala abuso
Il governo Monti stà facendo l'unità d'Italia. Quello che non erano riusciti a fare in 150 anni gli altri, lo stà facendo lui e i tecnici. Solo che invece di pensare di 'evolvere' il sud e portarlo al livello del nord (anche del nord Europa), stà ogni giorno facendo scelte scellerate che portano il nord a livello del sud (sud Europa o quasi nord Africa). Viva l'unità d'Italia e i 150 anni di spese pazze. Tanto pagano i soliti polentoni... Meditate gente, meditate. E magari quando avete finite le ferie... SVEGLIATEVI
Pubblicato da riccardopoletto il 10 ago 2012 22:26 | Segnala abuso
Incomprensibile, illogico, ingiustificabile.
Pubblicato da tonifringuello il 11 ago 2012 10:18 | Segnala abuso
Ma non era stato salvato dall'ex senatore Antonio Pasinato, che su Telemaragonsei si era mostrato tutto fiero di aver recuperato la questione? Come al solito il vecchio Toni voleva far vedere tutto il suo peso, ma a sto punto credo sia dimagrito parecchio :)
Pubblicato da pietrodallaserra il 12 ago 2012 14:47 | Segnala abuso
Mi dispiace Riccardo Poletto ma, dissento: scelta comprensibile. Logica,? Forse. Giustificabile? Se servirà a razionalizzare la giustizia. Rimane il fatto: l'origine, l'azzardo, la sua storia. Un esempio di megalomania politica localista (non fu il solo. Oggi, ancora, avanza il Polo museale!). Una "Grande opera", forse inutile o ricattatoria, fra le innumerevoli di una scellerata e irresponsabile programmazione politico-amministrativa locale, provinciale, regionale e nazionale con effetti drammatici esistenziali di sussistenza per troppi cittadini "colpevoli" o incolpevoli. Dispiace. Ma la comprensione in certi casi può/deve avere un limite! L'eredità del passato è già storia? Speriamo. Buon Ferragosto

Ultimora

Il 15 agosto:

Editoriali

Tronco ferroviario

Tronco ferroviario

Alessandro Tich | 96 giorni fa

Il "Tich" nervoso Quando, per non piangere, non ci resta ogni tanto che ridere

Più visti