Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 09-05-2017 20:07
in | Visto 572 volte
 

Un nuovo inizio

Il clima da playoff e l’accoppiamento con i cugini del Pordenone non può che smuovere nell’intimo il popolo giallorosso.

Un nuovo inizio

I festeggiamenti per il gol di Gashi a Fano

Non ingannino i confini amministrativi che inglobano la principale città della destra Tagliamento nel Friuli, come spesso capita anche con le province, noi bassanesi lo sappiamo purtroppo molto bene. A Pordenone ci si sente veneti a tutti gli effetti e quindi quello che si profila nel primo turno playoff va considerato derby a tutti gli effetti. Bassano del Grappa e Pordenone peraltro sono due città delle stesse dimensioni. Chiusa la parentesi socio-geografica, ributtiamoci a capofitto in una partita che va vissuta al 100%. Con la fine del campionato tutto si è azzerato, si riparte con lo svantaggio di poter solo vincere per passare il turno ma potrebbe non essere un handicap decisivo. Se l’ago della bilancia pende a favore dei ramarri è perché il BV ha buttato via due/tre mesi di campionato e in condizioni normali i playoff gli avrebbe guardati in televisione. Ciò non toglie il tanto dimostrato da questo gruppo, che nell’undici base ha un Falzerano in meno e un Candido in più, da agosto a novembre non è stato un sogno di mezza estate, non è stato un bluff. Gli scontri diretti con Reggiana, Pordenone, Sambenedettese, Padova e il duello con il Parma avevano dimostrato la competitività dei giallorossi nei big match. Piccolo particolare, le migliori partite sono arrivate al Mercante ma non è il caso di fare gli schizzinosi. Neanche di fronte alla scocciatura derivante dalla squalifica del capitano.

Razionalità&pazzia. C’è un 6 a 0 da ricordare. Perché l’umiliazione di quella sera è rimasta negli occhi e nell’intimo. Anche a Mattia Proietti che quella gara fu costretto a guardarla e non a giocarla a causa di un muscolo sfilacciato. Mettiamola così, al Bottecchia ci sarà un motivo in più per darsi da fare in campo e per far sentire la voce dalla tribuna. In certe partite la concentrazione dev’essere massima e quindi la testa deve rimanere lucida e razionale. D’altra parte un ostacolo del genere non si supera giocando in modalità standard, ci vuole una spruzzata di follia. Il Pordenone non si batte a parole, non sarà una gara semplice e c’è il forte pericolo di rimanere scottati. Ma volete mettere il gusto di esserci e di provarci? Per i giallorossi è un’opportunità, per i neroverdi, privi di Berrettoni e Burrai, sarà una scocciatura doversi giocare così tanto in gara unica contro una squadra a cui hanno dato in campionato 15 punti.
    OPERA ESTATE FESTIVALVIART

    Agenda

    < Agosto 2017 >
    LMMGVSD
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031

    Editoriali

    E sottolineo self

    E sottolineo self

    Alessandro Tich | 62 giorni fa

    Il "Tich" nervoso Loggetta del Municipio e Camminamento del Castello: “Ve li presento io”. L'assessore bassanese alla Cultura e alla Promozione del territorio Giovanni Cunico inaugura l'era dei video-selfie

    Più visti

    1

    Rossella 2000

    Politica | Visto 3435 volte

    2

    Apparentamenti

    Politica | Visto 1978 volte

    3

    Uno per Tutti

    Politica | Visto 1268 volte

    1

    Insistisci

    Attualità | Visto 3964 volte

    2

    Rossella 2000

    Politica | Visto 3435 volte

    5

    Apparentamenti

    Politica | Visto 1978 volte