Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 13-06-2010 02:20
in Attualità | Visto 4.483 volte
 

Accattoni, mendicanti e venditori abusivi: schermaglie in consiglio comunale

Finco (Lega Nord): “Con la passata Amministrazione non si vedeva tutta questa gentaglia in giro per Bassano”. Il sindaco Cimatti: “E' il solito ritornello dell'assessorato al pungolo”

Accattoni, mendicanti e venditori abusivi: schermaglie in consiglio comunale

Una mendicante chiede l'elemosina in Via Roma a Bassano

Volevamo scrivere un articolo per segnalare il problema, a Bassano, degli accattoni e dei mendicanti. In città se ne incrociano diversi, che chiedono insistentemente l'elemosina ai passanti soprattutto nelle mattine di mercato del giovedì e del sabato.
Ma anche gli altri giorni non fanno eccezione. Per un intero pomeriggio una mendicante nomade ha chiesto l'elemosina, indisturbata, davanti alla vetrina di un negozio in Via Roma. Analoga scena, con un altro accattone, la settimana seguente in Via Jacopo da Ponte. Ci si imbatte quotidianamente nei mendicanti anche all'esterno dell'ospedale San Bassiano. Altri “pitocchi” attendono la gente nei parcheggi di supermercati e punti vendita di grande afflusso. La nostra impressione - perché tale rimane, non disponendo al momento di dati obiettivi - è che queste presenze, in città, siano in aumento.
Volevamo appunto segnalarlo: ma siamo stati “preceduti” da un'interpellanza del gruppo consiliare della Lega Nord presentata in consiglio comunale - sul medesimo argomento - nell'ultima seduta di giovedì 10 giugno.
Al capogruppo leghista Nicola Finco, che ha chiesto spiegazioni in merito “all'aumento a Bassano di accattoni e di venditori abusivi” e sulle misure che l'Amministrazione intende attuare per arginare il fenomeno, il sindaco Cimatti ha replicato che l'interpellanza “ha premesse opinabili”. “Non c'è una crescente presenza a Bassano di gente che chiede l'elemosina e non capisco l'avvicinamento di Bassano ad altre città dove è diffusa la vendita illecita, come Padova e Venezia manche come Verona e Treviso” - ha aggiunto il sindaco, riferendosi anche alle città capoluogo governate dalla Lega Nord.
“A fronte delle 9 sanzioni per accattonaggio elevate dalla passata Amministrazione nel 2008 - ha ancora detto Cimatti -, nel 2009 le sanzioni registrate sono state 24, e 7 nei primi quattro mesi del 2010. Non sono state cambiate le disposizioni di tolleranza e non abbiamo l'intenzione di ulteriori iniziative. Si continuerà a contrastare il fenomeno come si è sempre fatto.”
“Dico al consigliere Finco - ha concluso il sindaco - che questa Amministrazione non correrà ai ripari seguendo quello che dice la Lega, come l'interpellanza si propone bambinescamente di fare. E' il solito ritornello senza fondamento dell'assessorato al pungolo.”
“Il sindaco nega un fatto che è evidente - ha replicato Finco in aula -. Nella passata Amministrazione non si vedeva tutta questa gentaglia in giro per Bassano. Basta andare davanti ai supermercati il sabato e la domenica, oppure alla sera, coi pakistani che vendono in centro le rose. Oppure sul Ponte Vecchio, con gentaglia con cani di ogni razza.”
“Se lei non vuole intervenire - ha concluso testualmente il capogruppo leghista - penserò io a portare tutta questa gentaglia a casa sua, o nel suo ufficio in Comune.”