Pubblicità

Pubblicato il 26-11-2009 03:14
in Attualità | Visto 2.971 volte

25 Novembre: giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Poche le iniziative di rilievo. Solo Schio si distingue per l'impegno.

25 Novembre: giornata internazionale contro la violenza sulle donne

In tutto il mondo si celebra oggi la giornata contro la violenza sulle donne e anche nel vicentino, nel mese di novembre, sono state intraprese alcune iniziative correlate all'argomento. In particolare, a Bassano del Grappa, venerdì 13 novembre scorso, presso il Museo Civico è stato promosso un seminario sul tema: Violenza di genere "eccezionale" e violenza di genere familiare. Tale seminario si inserisce in un ciclo d'incontri più articolato, dedicato al tema della violenza sulle donne, promosso dal progetto Dug - Diritti Umani di Genere, che ha visto coinvolte anche le città di Mestre e Venezia. Tuttavia nella giornata odierna le iniziative celebrative, nel bassanese, per questa data d'importanza internazionale sono state piuttosto scarse.
Al contrario, anche quest'anno, Schio si dimostra il comune vicentino più sensibile al problema della violenza sulle donne. Infatti oggi, proprio per celebrare questa giornata, gli Sportelli Donna di Schio, Malo e Arsiero si sono uniti per lanciare un messaggio forte e condiviso contro la violenza, ma anche per ricordare la rete di assistenza e informazione presente sul territorio. Nell'arco di tutta la giornata, in molti panifici della città, il pane è stato infatti venduto in sacchetti candidi, dalla grafica semplice, in cui una scritta lineare e rossa come il sangue campeggia provocatoria, colpendo l'acquirente con un incisivo gioco di parole: “Per molte donne la violenza è pane quotidiano. Aiutaci ad aiutarti”. Sotto lo slogan sono stampati i riferimenti per raggiungere gli sportelli.
Inoltre, diverse associazioni di donne del territorio scledense (Commissione Pari Opportunità del Comune, Associazione Donne per le Donne, CIF, Iris Centro Donna, Associazione per la pace- Donne in nero), che collaborano abitualmente con lo Sportello Donna di Schio, hanno organizzato in mattinata, un banchetto in piazza Statuto in cui hanno distribuito materiale informativo volto a far conoscere, alla popolazione cittadina, questa violenza terribile, che spesso ha il volto sinistro dei familiari. I dati raccolti dallo Sportello donna di Schio dicono infatti che tra gennaio e settembre di quest'anno su circa 200 primi colloqui il 21% delle donne denuncia situazioni di violenza: di questi il 75% dei casi vede coinvolto il marito, il compagno o il convivente e nel 15% dei casi l’ex. Nel 35% dei casi si tratta di violenze psicologiche, nel 65% di violenza fisica associata a violenza psicologica.
La città di Schio, già l'anno scorso si era distinta sul territorio per l'impegno energico prodigato in occasione di questa giornata, stampando un manifesto in 250 copie che era stato affisso in tutto il centro cittadino, e promuovendo una conferenza in cui venivano illustrati i dati reali, relativi a questa tematica decisamente agghiacciante. Anche quest'anno, pur nel clima di sostanziale disinteresse che sembra aver colpito le altre città della provincia, il comune di Schio è riuscito a distinguersi, celebrando doverosamente questa giornata che sarebbe un peccato relegare al silenzio. Speriamo che l'anno prossimo, gli altri comuni del territorio ne seguano il buon esempio.

Pubblicità

Natale a Bassano

Più visti