Pubblicato il 07-06-2013 17:05
in Attualità | Visto 3.610 volte

L’Archivio Bonotto si trasforma in Fondazione e invita Yoko Ono

L'artista lunedì a Venezia per una performance che inaugurerà la Fondazione del collezionista bassanese Luigi Bonotto

L’Archivio Bonotto si trasforma in Fondazione e invita Yoko Ono

Luigi Bonotto e Yoko Ono fotografati recentemente nell'appartamento newyorkese della vedova di John Lennon.

La neonata Fondazione invita Yoko Ono, tra i principali protagonisti di Fluxus, per una mostra e una lecture all’Università Iuav di Venezia.
Ospite speciale, Gianni Emilio Simonetti, con una performance di ‘artificazione’ del cibo Fluxus. A completare la presentazione DREAM di Yoko Ono, prima edizione di Flaneur&Dust.

Una conversazione con Yoko Ono, icona Fluxus, che tanta parte ha nella vita di Luigi Bonotto, imprenditore tessile e collezionista che dagli anni ’60 a oggi ha raccolto oltre 12 mila tra opere, manifesti, foto, oggetti, lettere, registrazioni, filmati di 80 artisti e 120 poeti sperimentali; una mostra, I’ll be back, che fino al 28 giugno permetterà di vedere all’Università Iuav di Venezia l’installazione di Yoko Ono dedicata ai Futuristi, la presentazione della prima uscita editoriale di Flaneur&Dust, DREAM di Yoko Ono, un progetto a cura di Cristiano Seganfreddo e Luigi Bonotto, con una selezione delle fotografie dell'installazione che nel 2009 ha coinvolto molte città italiane; e in chiusura, A Dream hour with Yoko Ono, una special dinner in chiave Fluxus di Gianni Emilio Simonetti, dedicata a Yoko Ono.

Questa la prima azione pubblica della Fondazione Bonotto, che dopo un lungo percorso di archiviazione, avvia una attività di studio e divulgazione di Fluxus e della Poesia Sperimentale, in dialogo e a confronto con gli artisti e il sistema dell’arte contemporanea.

Ad aprire l’appuntamento, Carlo Magnani, direttore del Dipartimento culture del progetto e Maria Luisa Frisa, direttore del Corso in design della moda e arti multimediali, entrambi all’Università Iuav di Venezia, insieme ad Angela Vettese, nuovo Assessore alla cultura e al turismo di Venezia, con l'introduzione di Cristiano Seganfreddo e la chiusura di Luigi Bonotto

Libertà è Parola

LIBERTÀ E' PAROLA - #civediamoasettembre

#LIBERIDIRACCONTARCI non è solo un titolo, ma una presa di posizione che come Libertà è Parola abbiamo voluto portare avanti, anche durante mesi...

Più visti