Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 04-04-2012 16:27
in Attualità | Visto 2.883 volte

Gassificatore: “La Provincia non sta con le mani in mano”

Il Comitato “No Gassificatore” ricevuto in Provincia dall'assessore Morena Martini. Atteso il parere di Arpav Rifiuti, previsto dalla legge, “per avere un quadro di riferimento completo da portare all'attenzione del Consiglio Provinciale”

Gassificatore: “La Provincia non sta con le mani in mano”

L'incontro tra l'assessore provinciale Martini e i rappresentanti del Comitato "No Gassificatore"

L'assessore provinciale Morena Martini ha incontrato questa mattina a palazzo Nievo a Vicenza una delegazione di cittadini del Comitato “No al Gassificatore per la Tutela della Salute deilla Gente di Cassola e Rossano Veneto" composta da Giuseppe Geremia, Maurizio Milani, Egidio Bizzotto, Valentino Ganassin, Stefano Gastaldello e Roberto Brotto - presente per il gruppo Lega Nord di Cassola il consigliere Carlo Battagello -, per illustrare ai cittadini i passaggi della Provincia di Vicenza in merito ai progetti di stoccaggio dei rifiuti presentati da Ecotrasporti e Karizia Tecnology ai confini tra i Comuni di Cassola e Rossano Veneto, e per ascoltare dubbi e richieste di spiegazioni in ordine al ruolo dell'Ente su questa vicenda specifica.
“Un incontro serrato, proficuo, chiarificatore - afferma un comunicato della Provincia - sviluppatosi per oltre un'ora e mezza e reso ancor più trasparente dalla ricostruzione offerta, carte alla mano, dai tecnici provinciali.”
Perentorio il punto di partenza della delegazione: “Due impianti che andranno a smaltire 55mila tonnellate di rifiuti l'anno a pochi metri dalle case sono troppi non solo per la nostra comunità ma per qualsiasi realtà territoriale”.
Da qui un botta e risposta di domande tecniche che ha avuto il merito di chiarire ancora di più l'intervento della Provincia.
“Noi - ha sottolineato l'assessore Martini - siamo chiamati dalla normativa vigente a far da arbitri ma questo non significa, come qualcuno ha voluto adombrare, che ce ne siamo rimasti con le mani in mano. Pilato non appartiene alla mia cultura personale e come amministratore sono tenuta a comportamenti rigorosi nel rispetto della collettività.”
“Proprio per questo, con il conforto della presenza tecnica rappresentata dall'ing. Filippo Squarcina - ha proseguito l'assessore provinciale -, ho ripercorso i passaggi spiegando che a tutt'oggi la Provincia non ha ancora preso in esame il progetto perché attendiamo quei pareri previsti dalla legge, primo fra tutti quello di Arpav Rifiuti, necessari per avere un quadro di riferimento completo e portare la questione all'attenzione del Consiglio Provinciale. Al riguardo mi auguro che Arpav, da me sollecitata, fornisca quanto richiestole già nei prossimi giorni, in modo da arrivare alla seduta del 24 aprile con maggiori informazioni.”
L'Assessore Martini - nel corso del confronto a cui ha partecipato in seguito anche l'assessore al Bilancio Cristiano Sandonà - ha poi informato i presenti circa la tempistica per presentare le osservazioni al progetto, dando ampia disponibilità ad esaminare tutte le questioni che emergeranno da queste.

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti